sabato 14 novembre 2015

Oggi presentiamo... Ilaria Pasqua

                                   
Altro giro, altro autore. Stavolta è il turno di Ilaria Pasqua. 
Ilaria ha trovato il coraggio di dedicarsi seriamente alla scrittura solo nel corso degli ultimi anni, soprattutto per dar voce a quei personaggi e a quelle storie che sognava a occhi aperti ogni giorno.
Ha iniziato la sua avventura proprio con i racconti, una forma che oltretutto adora da sempre leggere. Principalmente è appassionata di fantascienza, in particolare di quella sociologica alla Philip K. Dick o della distopica alla Orwell, e del fantastico in generale, ma negli ultimi anni ha scoperto anche un amore per il realismo magico e per la narrativa con un (bel) pizzico di surrealismo. 
Le piace raccontare la realtà osservandola attraverso una lente fantastica, il suo paio di occhiali preferito. Per questo ad oggi, esclusa un’incursione nell’historical fiction, ha scritto perlopiù storie fantastiche, perché le permettono di spiccare il volo e di guardare la realtà da una prospettiva diversa anche se non meno crudele.
Ad oggi ha pubblicato i primi due capitoli di una trilogia distopica, Il giardino degli aranci, con Nativi Digitali Edizioni; Il primo di una seconda trilogia, Le tre lune di Panopticon, con Lettere Animate Editore; un racconto, Occhi di drago, nell'antologia omonima con Gainsworth Publishing, infine il romanzo di ambientazione storica, Il nostro gioco, con Leucotea Edizioni. 
Il primo racconto per la collana sarà Danger, un horror psicologico che parla di riflessi, quelli che nessuno di noi vorrebbe mai ricordare di avere davanti.

Potete trovarla sul suo sito, in cui recensisce periodicamente libri e film. Sulla pagina facebook, su twitter e da poco anche su Instagram.